visualizzare la mappa
[ 25.09.2010 ]

La pecora con gli occhiali in Val di Funes Alto Adige

  • Villnöss 10

La Val di Funes è una valle affluente della Val d’ Isarco, nel cuore dei „Monti Pallidi”, patrimonio dolomitico mondiale dell’ UNESCO. Funes, la porta per il parco naturale di Puez- Odle, è dotata di una bellezza paesaggistica impressionate e di una gran diversità di terrazze panoramiche dell’ altopiano della Val d’ Isarco

dove il vino bianco prospera meravigliosamente, fino alle vette imponenti delle Dolomiti. Molto meno noto è il fatto che Fune è anche la patria di una razza di pecore un tempo diffusa nelle Alpi orientali, la „Brillenschaf”, le pecora con gli occhiali. La particolarità di questa razza sono le macchie scure intorno agli occhi. Questa razza è nata grazie all’ incrocio tra la pecora bergamasca e la pecora da seta padovana nel 18. secolo. Si tratta di una delle più antiche razze ovine in Europa e la più antica dell’ Alto Adige. Razze affini sono la „Kärntner Brillenschaf“ (la pecora con gli occhiali della Carinzia), cresciuta in Carinzia, la „Spiegelschaf“ (pecora specchio), presente in Svizzera, e la “Seeländer” (neozelandese) presente in Slovenia. Le pecore con gli occhiali erano presenti in Austria all’ inizio del 20. secolo, e a quel tempo era la razza di pecore più comune. Specialmente nella zona dolomitica, ogni allevamento ovino fu gestito come importante attività collaterale. Dal 1930, le pecore con gli occhiali furono sistematicamente soppresse aumentando l’ uniformità degli obiettivi di allevamento delle razze ovine di montagna; le restanti sono oggi presenti in Alta Baviera, Slovenia, Carinzia e proprio nella nostra Val di Funes, chiamata qui con il nome di “pecora di Funes”.
La pecora con gli occhiali di Funes è caratterizzata non solo dalla qualità della sua lana, ma anche dalla qualità di prima classe della sua carne. Come pecora pura di montagna si ciba, nella stagione estiva, di fresche erbette di montagna ad una altezza di oltre 2.000 m. sul livello del mare. Oltre ai vantaggi tipici della carne di agnello (ricca di proteine, vitamine e minerali, e particolarmente bassa di acidi grassi) è molto fine ed ha un sapore molto delicato e mite. In Val di Funes questa razza di pecore favorisce la produzione di prodotti in lana,ma anche prodotti di carne come il prosciutto cotto, la salsiccia d’ agnello e le salsicce affumicate.
Una volta all’ anno – quest’ anno dal 30 Settembre al 10 Ottobre – si terranno in Val di Funes le settimane dell’ agnello. Gli albergatori e tutti i ristoranti della vallata, fanno dell’ agnello il centro delle loro creazioni culinarie ed offrono numerose, tradizionali ed innovative variazioni sul tema. Oltre alla prelibatezze culinarie, sono presenti, durante queste settimane, anche escursioni guidate ai pascoli estivi e corsi di infeltrimento.
Approfittate delle settimane dell’ agnello in Val di Funes per scoprire uno dei luoghi più belli e speciali di tutto l’ Alto Adige!

Link interessanti

Offerte vacanze
I migliori consigli
Facebook
Facebook
Hotel
Informazioni
Il piacere culinario
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione e per l'analisi statistica. Ulteriori informazioni OK