Ricerca Navigation Map
Search
Navigation Map IT
DE   IT   EN   Chiudere

Grand Hotel Dobbiaco in Alto Adige

L'ex Grand Hotel, situato di fronte alla stazione ferroviaria di Dobbiaco, è un importante pezzo della storia del turismo dell'Alto Adige.

Il Centro Culturale Grand Hotel Dobbiaco
Il Centro Culturale Grand Hotel Dobbiaco - © etwilli.de

Il turismo in Val Pusteria è indissolubilmente legato alla costruzione della ferrovia della Val Pusteria. Nell'Impero austro-ungarico, la Südbahngesellschaft gestiva, a metà del XIX secolo, due grandi linee ferroviarie nord-sud che attraversavano le Alpi: una da Vienna attraverso il Semmering fino a Graz, Maribor e Lubiana fino a Trieste, l'altra da Kufstein attraverso il Brennero fino a Verona. La linea ferroviaria attraverso la Val Pusteria fa parte del collegamento tra queste due linee, che da Maribor passa per Klagenfurt fino a Fortezza.

Nel novembre 1871, la linea ferroviaria lunga oltre 200 km da Villaco alla Valle Isarco fu inaugurata solennemente dopo soli due anni di costruzione. Poiché i ricavi della ferrovia inizialmente non corrispondevano alle aspettative degli operatori, si decise di promuovere il turismo attraverso la costruzione di hotel. Nella Val Pusteria si scelse Dobbiaco come sede, dove la ferrovia della Val Pusteria raggiungeva il suo punto più alto al Passo di Dobbiaco, a circa 1215 m sul livello del mare.

Nella stagione estiva del 1878, l'Hotel Südbahn, come veniva chiamato all'epoca, aprì i battenti. Con una capacità di 80 letti, non era affatto un hotel di lusso all'inizio, ma piuttosto un edificio funzionale e poco rappresentativo. Tuttavia, grazie all'arrivo del turismo, riuscì ad attirare numerosi ospiti e, soprattutto, anche alcune personalità di spicco. L'hotel venne gradualmente ampliato e infine esteso a 350 letti. Presto divenne un vero e proprio Grand Hotel, che respirava il lusso e lo charme della monarchia. Nel 1887, il principe ereditario tedesco Federico trascorse la sua villeggiatura estiva a Dobbiaco, seguirono re Alberto di Sassonia, l'arciduchessa austriaca Stefania e re Milan di Serbia. Ma anche artisti, letterati e musicisti furono ospiti, uno dei più famosi fu probabilmente Gustav Mahler, che trascorse i suoi ultimi tre estati da 1908 a 1911 a Dobbiaco e qui compose, tra le altre opere, la sua IX Sinfonia e il "Canto della Terra".

Declino e rinascita

Come per molti hotel simili, al fiorente periodo di fine secolo seguì il declino nel XX secolo. La struttura non subì danni diretti durante la Prima Guerra Mondiale, ma fu utilizzata come ospedale militare e ne risentì pesantemente. Dopo il crollo dell'Impero austro-ungarico e i cambiamenti politici degli anni '20, la clientela abituale del Grand Hotel scomparve. La crisi economica portò al fallimento definitivo, seguirono numerosi cambi di proprietà e per decenni non fu possibile stabilire un piano coerente per il futuro utilizzo dell'ex hotel di lusso.

Solo negli anni '90 il declino fu fermato. Il Grand Hotel fu convertito in un centro culturale e sottoposto a una ristrutturazione completa. Gli ampi edifici immersi nel curato parco ospitano ora, tra le altre cose, un centro culturale e congressi, una scuola di musica, il centro visite del parco naturale e un ostello. Il pezzo forte è la sala concerti dedicata a Gustav Mahler, con circa 460 posti a sedere. Nella sua fantastica acustica si svolgono, tra le altre cose, i concerti orchestrali delle Gustav Mahler Musikwochen estive e dei Festspiele Südtirol.

Vi piace il contenuto di questa pagina?
Dateci il vostro feedback!

Alloggi consigliati

Icon Hotel benessere Icon Hotel per escursionisti Icon Hotel per sciatori Icon Hotel per conferenze Icon Hotel lusso

Sport & Kurhotel Bad Moos

Sesto ★★★★s

All‘imbocco della Val Fiscalina, sotto lo sguardo imponente delle Dolomiti di Sesto, Patrimonio Naturale dell‘Umanità Unesco, sorge il Bad Moos – Dolomites Spa Resort. Perfettamente inserito nell‘ambiente naturale circostante, il nostro resort si presenta completamente rivestito in legno con grandi e possenti travi in larice. Ambienti ampi e luminosi, arredi eleganti e di charme caratterizzano gli interni, impreziositi da particolari ricercati; le grandi vetrate danno la sensazione ...

Richiesta   Dettagli

Homepage   Icona a forma di cuore notare
Icon Agriturismo

Gstattlhof

Prags ★★

Il nostro maso è situato a San Vito verso l‘ incantevole lago di Braies.

Richiesta   Dettagli

Homepage   Icona a forma di cuore notare

Alpenwellnesshotel St. Veit

Sesto ★★★★

Una vacanza all‘Alpenwellness Hotel St. Veit nella zona delle Tre Cime riempie di gioia il cuore di chi ama il wellness, la gastronomia e le attività. Con infinita passione e cuore, la famiglia Karadar si occupa personalmente delle esigenze dei suoi ospiti, garantendo, come membro dei Vitalpina Hotels Alto Adige, una qualità eccellente in ogni ambito.

Richiesta   Dettagli

Homepage   Icona a forma di cuore notare
Hotel del
mese
Nuova pubblicità - 03.06.2024 - 07:21:18

★★★★Natz/Schabs

Nuova pubblicità - 03.06.2024 - 07:21:18
  • Scoprire i mondi acquatici
  • Raccogliere ore di sole
  • Vivere momenti di piacere
  • Fit & Attivo

Top Hotel

I migliori
consigli
Per saperne di più
Lago di Radl e Rifugio Radlseehütte, visti dalla cima Königsanger.
Photo: Wikipedia-User: Svickova - Public Domain
Sudtirolo leggendario: il Lago di Rodella
Orso
Foto Alpenzoo
Alpenzoo Innsbruck
Falco di torre
(c) Titus Oberhammer
Parco dei Rapaci Telfes
Funivia del Ghiacciaio di Pitztal
Copyright: Pitztaler Gletscherbahn
Wildspitzbahn - La funivia più alta dell‘Austria
Geschichtliches Dampfbad Salurner Straße
Photo: Wikipedia-User: Kluibi - GFDL
Historisches Dampfbad a Innsbruck
Certosa in Val Senales
Photo: Wikipedia-User: Whgler - GNU-FDL
Certosa - un luogo che sorge su un monastero.
Cappella di Volderwildbad
Wikipedia-User: Haneburger - Public Domain
Volderwildbad
Cerchio di pietre di Seefeld
Photo: Leo-setä - CC BY 2.0
Il cerchio di pietre a Seefeld
Abfaltersbach in Osttirol
Photo: Wikipedia-User: Simfunkel - GFDL
Il bagno Aigner Abfaltersbach Tirolo
Touristenzug der Zillertalbahn mit Lok 3
Photo: flickr-User:trams aux fils - CC BY 2.0
La ferrovia della Zillertal in Tirolo
Panorama del Lago di Garda
Danny S. - CC BY-SA 3.0
Gita al Lago di Garda
Vicolo nel centro storico di Hall
Mathias Bigge - GFDL
Centro storico di Hall in Tirolo
Kuchelen Castelfeder, resti del periodo bizantino
Photo: Wikipedia-User: Plentn - Public Domain
Castelfeder
Sguardo nelle profondità dello spazio
NASA/JPL-Caltech/M. Povich (Penn State Univ.) - Public Domain
Planetario Schwaz, così vicino alle stelle
Muthöhfe auf der Mutspitze
Photo: Wikipedia-User: Thesurvived99 - CC BY-SA 3.0
“Muthöfe” vicino a Tirolo Alto Adige
Museumsfriedhof Kramsach
Foto: Pirchner Hof - CC BY-SA 2.0
Il Museo del cimitero a Kramsach Tirolo
Il Tetto d'Oro, il simbolo della città
(c) Innsbruck Tourismus
Das Goldene Dachl (Il Tetto d‘Oro)
Eisenbahnviadukt zwischen Marling und Töll
Photo: Wikipedia-User: Marc28 - GFDL
Il mondo ferroviario in miniatura a Rablà in Alto Adige
Ellmi‘s Zauberwelt Ellmau

Goblin, spiriti del bosco e fate si nascondono nella foresta incantata mistica. Chi si mette alla ricerca di loro, farà conoscenza con molte altre figure leggendarie e vivrà momenti magici.

di più Più informazioni…

Centro di Cura per l‘Avifauna Castel Tirolo

Un grande cuore per i nostri amici piumati dimostrano i custodi degli animali nel centro per uccelli sotto il castello di Tirolo.

di più Più informazioni…

Offerte vacanze


Chiudere
Chiudere