Ricerca Navigation Map
Search
Navigation Map IT
DE   IT   EN   Chiudere

Chiesa di Corte di Innsbruck - Il monumento funebre dell‘imperatore Massimiliano

Una delle principali attrazioni di Innsbruck è la Hofkirche con il famoso monumento funebre dell'imperatore Massimiliano I. Questo monumento funebre con le sue 28 statue bronzee a grandezza naturale e la tomba sopraelevata è uno dei più imponenti sepolcri imperiali nell'Europa moderna ed è al tempo stesso testimonianza di una cultura cortigiana sovranazionale.

Monumento funebre dell'Imperatore Massimiliano nella Hofkirche
Monumento funebre dell‘Imperatore Massimiliano nella Hofkirche - Photo: Wikipedia-User: Daderot - Public Domain

La Hofkirche di Innsbruck si trova nel centro della capitale regionale, ai margini della città vecchia. Fu costruita come chiesa sepolcrale per Massimiliano, che però - secondo il suo desiderio espresso sul letto di morte - è sepolto a Wiener Neustadt. Anche il monumento funebre doveva essere originariamente eretto lì, ma le figure erano troppo grandi e troppo pesanti, quindi sembrava impossibile trasportarle. Per questo motivo, il nipote di Massimiliano, l'imperatore Ferdinando I, decise di far erigere il monumento vuoto a Innsbruck. A causa del loro colore scuro, le statue lì presto vennero chiamate solo "uomini neri".

L'idea originale di Massimiliano era un corteo funebre secondo l'antico modello. In questo modo, doveva essere posta in fila la gloria e la fama del Sacro Romano Impero tedesco e della casa d'Asburgo in particolare con gli imperatori romani dell'antichità. Una serie di busti degli imperatori romani - che si trovano oggi al Castello di Ambras - testimoniava la continuità del potere imperiale. Le statue dei santi della casa d'Asburgo, a loro volta, rappresentavano il legame speciale con la Chiesa e il Papa.

Senza dubbio, le enormi "uomini neri" sono le più impressionanti, tra cui, a proposito, a differenza del loro nome popolare, ci sono anche donne. I lavori su queste monumentali figure sono iniziati nel 1502, la prima statua è stata fusa nel 1509. Secondo i disegni originali, erano previste in totale 40 statue in bronzo, ma alla morte di Massimiliano ne erano state completate solo 11. Anche se i lavori sono stati continuati, alla fine si è deciso di limitarsi alle 28 figure ancora oggi esposte, poiché il costo e lo sforzo per la fusione erano troppo elevati. Oltre agli antenati di Massimiliano - tra cui suo padre, l'imperatore Federico III, Rodolfo d'Asburgo, l'arciduca Sigismondo il Ricco di Moneta o il duca Leopoldo III - sono rappresentati anche suo suocero Carlo il Temerario di Borgogna, il re di Spagna Ferdinando il Cattolico, il figlio di Massimiliano Filippo il Bello e sua moglie Giovanna, il margravio dei Babenberg Leopoldo III, ma anche il re di Gerusalemme Goffredo di Buglione e il re franco Clodoveo I. Tra le figure si trovano anche le due mogli di Massimiliano, Maria di Borgogna e Maria Bianca Sforza.

Quasi tutte le statue sono state fuse nella fonderia di Innsbruck. Tuttavia, poiché il lavoro procedeva troppo lentamente, il contratto per due statue fu assegnato a Norimberga. Lì, Albrecht Dürer fornì i disegni per il leggendario re Artù e il re goto Teodorico. In particolare, Artù era per Massimiliano, l'imperatore alla soglia della modernità, l'incarnazione del cavalleria classica.

Al centro dell'intero monumento funebre si trova l'altare (vuoto) disegnato dal pittore di Praga Florian Abel, su cui sono raffigurate 21 scene della vita di Massimiliano. In cima si vede - circondato dalle quattro virtù cardinali - lo stesso Massimiliano. Questa statua fu completata solo nel 1584. Particolarmente sontuosa è la grata circostante, un'opera di fabbro del palazzo di Praga Jörg Schmiedhammer.

Vi piace il contenuto di questa pagina?
Dateci il vostro feedback!

Alloggi consigliati

Hotel del
mese
Nuova pubblicità - 03.06.2024 - 07:21:18

★★★★Natz/Schabs

Nuova pubblicità - 03.06.2024 - 07:21:18
  • Scoprire i mondi acquatici
  • Raccogliere ore di sole
  • Vivere momenti di piacere
  • Fit & Attivo

Offerte vacanze

I migliori
consigli
Per saperne di più
Gli affreschi di Max Weiler nella chiesa di Theresien
© Max Weiler in der Theresienkirche
Gli affreschi di Max Weiler nella chiesa di Santa Teresa
Chiesa di San Vito presso Telfs
(c) www.srtelfs.at: Katholisches Pfarramt Hl. Geist
St. Veit presso Telfs
Wallfahrtskirche Maria Schnee in Obermauern
Michael Kranewitter - CC BY-SA 3.0
Chiesa di pellegrinaggio Maria Schnee a Virgen
St. Ulrich a Thaur

Probabilmente risalente all‘8° secolo, la chiesa di Ulrico a Thaur vicino a Innsbruck è una delle chiese più antiche in Austria.

di più Più informazioni…

Top Hotel


Chiudere
Chiudere