Ricerca Navigation Map
Search
Navigation Map IT
DE   IT   EN   Chiudere

Schloss Ambras

Chi visita la capitale del Tirolo, Innsbruck, viene accolto in alto sopra la periferia della città da una fortezza caratteristica con alte mura bianche e persiane rosso-bianco-rosse – il saluto di benvenuto proviene dal Castello di Ambras ad un'orgogliosa altezza di 635 metri sul livello del mare.

Castello di Ambras
Castello di Ambras - Foto: Wikipedia-User: Manu25 - CC BY-SA 2.5

La bellezza del Rinascimento conservata fino ad oggi

Nell'XI secolo qui si trovava la residenza degli Andechser, ma l'edificio non ebbe una lunga vita. Fu distrutto nel 1133 da Enrico il Leone. Ricostruito dopo un secolo e mezzo, passò attraverso diverse mani proprietarie, finendo infine ai Asburgo. L'imperatore Massimiliano I si stabilì qui per la caccia.

Gran parte della sua attuale bellezza è dovuta all'arciduca Ferdinando II. Questi fece ampliare il castello e inserì al suo interno il fasto rinascimentale. Il gioiello finito andò come prova dell'amore non legato agli stati a Philippine Welser, la sua segreta sposa di origine borghese. Inoltre, fece trasferire qui le sue varie collezioni (arte, armi, armature, attrezzature, oggetti naturali), che ancora oggi possono essere ammirate - come le famose collezioni di Ambras.


Dopo la sconfitta dell'Austria contro Napoleone e le sue truppe, le collezioni furono portate a Vienna per sicurezza. Una parte di esse, tuttavia, rimase qui, quando alla fine del XIX secolo iniziò di nuovo il loro ritorno. All'inizio del XX secolo, la residenza doveva essere adibita a residenza estiva per l'arciduca Francesco Ferdinando. L'attentato fatale a Sarajevo nel 1914, che è stato responsabile per lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, ha ovviamente messo fine a questi piani. Dopo la fine della grande guerra, gli Asburgo dovettero cedere il Castello di Ambras alla Repubblica d'Austria, di cui è ancora oggi proprietà.

Proprio grazie alla varietà delle collezioni, il museo del castello è diventato un punto di riferimento per i visitatori di Innsbruck interessati alla storia.

La cosiddetta "Wunderkammer" non affascina solo con coppe, lavori in vetro e oro, ma soprattutto con esotici reperti e "meraviglie della natura". Oggetti naturali e ritratti di specie animali rare, ma anche di persone insolite come gli "uomini pelosi", sono esposti qui. Anche particolarmente rare scodelle giapponesi e tessuti di seta fanno parte della meravigliosa collezione. Un viaggio nel tempo fino all'antichità è offerto dall'Antiquarium - con sculture e ritratti di persone dell'antica Roma e della mitologia antica.

Le sale delle armature sono piene di armature e armi di famosi comandanti (la "Heldenrüstkammer") e di armi d'uso imperiale del XVII secolo. Ma qui bisogna assolutamente dare un'occhiata anche al soffitto magnificamente decorato, dove è possibile ammirare le costellazioni e i segni zodiacali.

Oltre al bagno di Philippine Welser - un'unità composta da una vasca con pietre calde, una sala di sudore e una sala relax, e quindi probabilmente un precursore delle moderne strutture termali - è soprattutto il famoso Salone Spagnolo che non può mancare in nessuna visita. È una prova della pronunciata volontà di auto-rappresentazione di Ferdinando II, poiché questa sala fu costruita dal 1569 al 1572 come sala di rappresentanza. Con i suoi affascinanti ritratti, il soffitto a cassettoni in legno e il luminoso concetto di illuminazione naturale, il Salone Spagnolo del Castello di Ambras oggi è uno dei più bei edifici a sala libera del Rinascimento.

Dalla passione per la collezione è nata anche la Galleria dei ritratti degli Asburgo, che con circa 200 ritratti e dipinti di membri di varie famiglie regnanti copre un'ampia gamma, che si avvicina a quella della National Portrait Gallery di Londra. Naturalmente, il focus è sui Asburgo, e poiché la collezione presenta opere dal XIV al XVIII secolo, racconta una storia lunga e variegata della nostra epoca. Importanti artisti come Rubens, Cranach, Van Dyck o Arcimboldo hanno contribuito alla unicità di questa collezione.

Anche nell'area esterna la nobiltà continua. Un curato tappeto verde naturale si estende intorno al complesso del castello. Il giardino è progettato secondo le regole del paesaggismo inglese, nell'area orientale si trovano i resti di un giardino rinascimentale. Inoltre, lo stagno del castello con rari uccelli acquatici, la grotta di Bacco e una cascata appositamente creata conferiscono al parco un'atmosfera speciale, che dopo un'abbondanza culturale di impressioni, offre di nuovo radicamento.

Il Castello di Ambras non è raggiungibile solo in auto. La ferrovia di montagna di Innsbruck - già un'esperienza di per sé - vi porta dalla stazione di Bergisel sulla collina. Anche l'autobus postale parte dalla stazione ferroviaria principale di Innsbruck e vi porta comodamente e senza preoccupazioni di parcheggio in questo museo unico.

Vi piace il contenuto di questa pagina?
Dateci il vostro feedback!

Alloggi consigliati

Icon Hotel benessere Icon Hotel golf Icon Hotel per escursionisti Icon Hotel per ciclisti

Hotel Seespitz-Zeit

Seefeld in Tirol ★★★★

L‘hotel Hotel Seespitz-Zeit è circondato dalle imponenti Alpi tirolesi e boschi ombrosi sul soleggiato altopiano di Seefeld.

Richiesta   Dettagli

Homepage   Icona a forma di cuore notare
Icon Hotel benessere Icon Hotel per famiglie Icon Hotel per escursionisti Icon Hotel per ciclisti Icon Hotel per motociclisti

Appart- und Wellness Hotel Charlotte

Seefeld in Tirol ★★★

Piccolo ma grazioso hotel a conduzione familiare, rinnovato di recente, in una posizione privilegiata con una grande spa.

Richiesta   Dettagli

Homepage   Icona a forma di cuore notare
Icon Hotel per famiglie Icon Hotel per escursionisti Icon Hotel per ciclisti Icon Hotel per motociclisti

Aktiv Hotel Zur Rose

Steinach am Brenner ★★★★

Circondati dal paesaggio alpino mozzafiato della valle Wipptal, potrete trascorrere una bellissima vacanza nell‘atmosfera familiare e accogliente del nostro hotel.

Richiesta   Dettagli

Homepage   Icona a forma di cuore notare
Hotel del
mese
Nuova pubblicità - 03.06.2024 - 07:21:18

★★★★Natz/Schabs

Nuova pubblicità - 03.06.2024 - 07:21:18
  • Scoprire i mondi acquatici
  • Raccogliere ore di sole
  • Vivere momenti di piacere
  • Fit & Attivo

Top Hotel

I migliori
consigli
Per saperne di più
Burg Wiesberg
Von Tony Castle - Eigenes Werk, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org
Schloss Wiesberg
Kronburg
Foto: Josef Saurwein - CC BY-SA 3.0
Kronburg
Castello di Schrofenstein
Foto: Franz Geiger - CC BY-SA 3.0 AT
Rovine del Castello di Schrofenstein
Burg Naudersberg
Photo: Luca Lorenzi - GFDL
Schloss Naudersberg
Castello di Matzen
Foto: Anachronista (Wikimedia) - CC BY-SA 3.0
Schloss Matzen
Castello di Mariastein
Foto: Wolfgang Sauber - GFDL
Schloss Mariastein
Castello di Landeck
© Tirol West - Gapp Rupert
Schloss Landeck
Castello di Ambras
Foto: Wikipedia-User: Manu25 - CC BY-SA 2.5
Schloss Ambras
Hofburg a Innsbruck
Foto: Wikipedia-User: Hafelekar - CC BY-SA 3.0
Hofburg Innsbruck
Castello di Heinfels
Foto: Wikipedia-User: Nawerwohl02 - GFDL
Burg Heinfels
Castello di Berneck a Kauns in Tirolo
Christoph Praxmarer - CC BY-SA 2.5
Burg Berneck
Castello di Anras
Photo: Daniela Agu - CC BY-SA 3.0
Schloss Anras
Rovine del castello di Thaur
Photo: Hermann Hammer - Public Domain
Schloss Thaur
Il ponte sull'Inn di (Vecchia) Finstermünz
Photo: Hanno Sandvik - CC BY-SA 3.0
Altfinstermünz
Castello autunnale di Tratzberg
Christoph Praxmarer - CC BY-SA 2.5
Schloss Tratzberg
Castello di Bruck
Photo: Wikipedia-User: Mefusbren69 - Public Domain
Schloss Bruck Lienz
Schloss Biedenegg

Su un pendio moderatamente in pendenza a Fließ in Tirolo troneggia - quasi indifeso - il Castello di Biedenegg, dove oggi è anche possibile pernottare.

di più Più informazioni…

Offerte vacanze


Chiudere
Chiudere